Sei qui: Home » Archivio News

Nuova sede regionale per la regione Emilia-Romagna

Nuova sede regionale per la regione Emilia-Romagna

AIP-ITCS avrà una sede regionale anche in Emilia-Romagna, e sarà a Cesena presso la F.Academy in Via dell’Arrigoni, 120.

La presentazione e l’inaugurazione avverranno venerdì 11 maggio 2018 a partire dalle ore 13.45. Dopo il benvenuto di Franco Farnedi, CEO di Farnedi ICT, e Francesco Casadei, Coordinatore Regionale Emilia Romagna, interverranno relatori di primo piano nel panorama dell’ICT italiano tra cui Alessio L. R. Pennasilico, Presidente di AIP-ITCS e Team Leader Information & Cyber Security Advisory Practice di P4I, Mimmo Squillace, Presidente di UNINFO, Mara Mucci, ex Vicepresidente della Commissione Parlamentare sulla digitalizzazione della PA, Franco Fontana, Business Assurance South Europe Person Certification Manager di Intertek e Giancarlo Montico, Segretario Generale di AIP-ITCS. Parteciperà, inoltre, Andrea Violetti, Presidente di Confassociazioni Digital e Past President di AIP-ITCS. Confassociazioni Digital è un branch di Confassociazioni, Confederazione delle Associazioni Professionali, soggetto di rappresentanza unitaria delle Federazioni, dei Coordinamenti e delle Associazioni che esercitano attività professionali “non organizzate in ordini e collegi”, in Italia ed in Europa. Seguirà quindi un AIPeritivo nel terrazzo della sede.

Alle ore 18.30 è inoltre convocata l’assemblea regionale.

Un evento importante e utile per i professionisti del settore informatico, che in quell’occasione potranno conoscere AIP-ITCS e confrontarsi sulla grande importanza di fare sistema al fine di dare una centralità strategica alle professioni imperniate sul settore ICT.

Per gli operatori delle tecnologie informatiche e di comunicazione – robotica, domotica, elettronica, informatica e telecomunicazioni, o per gli operatori del settore gestionale, marketing, comunicazione – la sede regionale sarà un punto di incontro e di riferimento.

Durante l’evento verranno illustrati anche quali sono i requisiti e di come affrontare le modalità d’iscrizione. Sarà inoltre possibile effettuare onsite il primo passo per associarsi.

L’evento di venerdì 11 maggio è rivolto principalmente a professionisti, imprenditori, a coloro che operano nel settore delle tecnologie digitali, ed in particolar modo dell’informatica, del marketing e agli appassionati del settore. La partecipazione alla giornata aperta al pubblico è gratuita, è prevista sia una registrazione online, così come sarà possibile registrarsi in loco.

Per maggiori informazioni potete scrivere a eventi@aipitcs.it, per la registrazione cliccate qui

IN COLLABORAZIONE CON

In collaborazione con Intertek Italia - Confassociazioni Digital - P4I - CesenaNet - F-Academy - Astrea

Pubblicato in News

AIP-ITCS al Security Summit di Milano 13-14-15 Marzo

Security SummitCari colleghi e colleghe,
in occasione del Security Summit che si svolgerà nei giorni 13-14-15 Marzo all’ATAHotel Expo Fiera di Milano, AIP-ITCS sarà presente il giorno 14 dalle 15:20 alle 16:00 con una tavola rotonda moderata dal nostro Presidente Alessio Pennasilico dal titolo: 2018: quale il ruolo del professionista informatico tra leggi, organizzazione e tecnologia?”, a seguire dalle 16:30 alle 18:00 si svolgerà l’assemblea degli associati della Lombardia, comunque aperta a tutti i soci AIP.
L’assemblea nazionale si terrà invece come di consueto a Roma in occasione del Security Summit del 6 e 7 giugno.

Con l’occasione si ricorda che entro il 28 Febbraio 2018, occorre perfezionare il pagamento della quota associativa che da quest’anno per i Soci Ordinari è di €60 e per i soci simpatizzanti di €10. Gli associati che nel frattempo hanno già pagato la quota con il vecchio importo di €120 avranno la validità dell’iscrizione per 2 anni.

Per effettuare il pagamento on-line tramite Paypal, potete utilizzare il seguente link https://www.aipnet.it/accedi-ai-servizi-aip/ dove troverete il punto ”Nuova iscrizione o rinnovo quota associativa”.
Utilizzate la notazione “Nome, Cognome – Nr. Socio” nel campo di input e, premendo il pulsante, sarete reindirizzati sul sito Paypal per il pagamento sicuro.

Qui di seguito, invece, le coordinate bancarie per effettuare il pagamento attraverso bonifico bancario. In questo caso vi prego di inoltrare copia del bonifico sempre a segreteria@aipitcs.it al fine di agevolare le operazioni di registrazione.

Intestatario Associazione Informatici Professionisti
Banca CARIPARMA-Credit Agricole
Filiale PONTE SAN GIOVANNI – PERUGIA
IBAN IT54W0623003002000063356294
Cin W
Abi 06230
Cab 03002
C/C 00063356294
Causale Cognome-Nome-NrSocio-Quota 2018

 

Pubblicato in News

Lettera di inizio anno del Presidente

Carissimi Soci, Simpatizzanti, Amici,

Quello che è finito è stato un anno molto importante per AIP-ITCS, denso di soddisfazioni e cambiamenti epocali. Ma è solo la premessa di un anno ancora più impegnativo che ci aspetta. Sono tante le notizie degne di nota che caratterizzano l’anno appena passato e gli annunci relativi al 2018!

Nel 2017 abbiamo visto l’avvicendarsi, dopo molti anni, la Presidenza dell’Associazione, grazie ad opportunità importanti ed irrinunciabili che si sono palesate per il ns. Past President, Andrea Violetti. Andrea ora guida una battaglia ancora più importante: per i professionisti tutti, non solo per gli Informatici, per veder riconosciuta in modo efficace, serio e adatto al presente, la nostra professionalità.
Sempre nel 2017 abbiamo ricevuto le dimissioni di Francesco Molina dal suo incarico di tesoriere. Tanto ringraziamo Andrea per il lavoro che ha svolto in questi anni, tanto ringraziamo Francesco, a sua volta una delle colonne portanti dell’Associazione e amico di noi tutti.
Inutile dire che entrambi rinunciano al loro ruolo istituzionale, ma restano all’interno della nostra Associazione, per aiutarci ancora, con i loro preziosi consigli ed esperienza.

Nel 2017 abbiamo visto trattare per la prima volta tanti temi afferenti il mondo della gestione delle informazioni su canali rivolti ad un pubblico generalista. Di conseguenza, più di sempre, abbiamo ricevuto il riconoscimento del mercato con interviste, richieste di patrocinio, richieste di associazione.
Abbiamo visto tutti l’apparire di temi quali la cyber security, privacy, blockchain, industry 4.0 ed IoT, Big Data, AI in TV, sui giornali tradizionali e su web, spesso commentati da nostri soci.
Molti enti di formazione, inoltre, chiedono di stringere convenzioni con noi, per coinvolgerci come docenti certi della ns. preparazione.
Entità blasonate, come AziendaBanca, che ha fondato il Blockchain Club, un tavolo di lavoro a porte chiuse, solo su invito, che coinvolge i principali attori del mondo Finance, ha pensato a noi, coinvolgendoci a quel tavolo come esperti nel 2017 e per la prosecuzione del progetto nel 2018.
Il resoconto del primo incontro è consultabile al link: https://www.crif.it/media/2746/blockchain-quale-strategia-per-il-finance.pdf

Alla partnership con Kiwa-Cermet si è aggiunta la partnership con un altro Ente di Certificazione, Intertek, per la certificazione dei professionisti. Diversi altri enti di certificazione, inoltre, ci stanno interpellando per lavorare assieme.
AGID ha partecipato alla nostra assemblea annuale a Roma, rafforzando ancor di più la nostra certezza che il futuro del mercato è nella regolamentazione responsabile e secondi gli standard.
UNI ci ha affidato il compito di redigere una Prassi di Riferimento, circa le verifiche di compliance al Regolamento Europeo sulla Data Protection, il GDPR, alla quale, tra le molte entità di grande esperienza e competenza, cito solo ad esempio l’Osservatorio Privacy e Sicurezza del Politecnico di Milano ed Accredia.

Si sono rafforzati i rapporti con altre associazioni, come AIEA, con la quale terremo un seminario in Toscana, di cui troverete riscontro a breve nelle comunicazioni ufficiali. Si stanno rafforzando ulteriormente i rapporti con Clusit, che permetteranno una maggiore copertura del territorio, come meglio spiegato tra qualche capoverso.

Grazie al nostro responsabile delle infrastrutture tecnologiche, Francesco Casadei, abbiamo definitivamente reso attivo il dominio aipitcs.it che consentirà a tutti i soci di avere una mail non PEC, strumenti di collaboration, un centralino VoIP con funzionalità di videoconferenza molti-a-molti e molte altre funzionalità che verranno via via attivate nei prossimi mesi. Su questo tema riceverete in seguito informazioni più dettagliate per accedere a tali servizi. Questi servizi diventano essenziali per poter comunicare tutti con l’esterno, in veste di Soci AIP, usando tutti lo stesso dominio mail e servizi professionali, così da dar riscontro alla professionalità di cui ci facciamo vanto. Inoltre saranno un ulteriore strumento di miglior gestione della comunicazione interna, necessaria per rafforzare i rapporti con il territorio tutto.

Proprio perché per crescere è necessario essere coesi e rappresentativi, altre due grandi novità, oltre ai nuovi strumenti, caratterizzeranno il 2018. Novità pensate per vederci più spesso ed avvicinare il maggior numero possibile di simpatizzanti e Professionisti alla nostra Associazione.

Abbiamo concluso un accordo con Clusit ed Astrea che permetterà di gestire non solo l’Assemblea Nazionale, ma anche diverse Assemblee regionali, con il dovuto anticipo, una maggiore affluenza di pubblico, minor effort organizzativo ed economico, ma soprattutto una maggiore presenza sul territorio. Verrà infatti aggregata ad ogni possibile tappa del Security Summit una assemblea di AIP.

Una associazione rappresentativa come AIP, infatti, vicina agli attori istituzionali come siamo noi, deve tenere la sua Assemblea Nazionale Annuale a Roma, nel cuore delle Istituzioni. Così sarà anche nel 2018 e plausibilmente negli anni successivi. Di conseguenza l’Assemblea Nazionale 2018 si svolgerà a Roma nella settimana del 4 Giugno. Maggiori dettagli verranno comunicati in seguito.

Clusit ed Astrea, inoltre, da anni organizzano il Security Summit, oltre che a Milano, Roma e Verona, in altre città, quali Trieste, Bari, Cagliari, Treviso per citarne alcune. Tante altre sono in cantiere per il 2018. L’Organizzazione ha un principale requisito per la presa in carico di tali tappe: un referente locale che supporti la logistica. Con alcuni Presidenti Regionali stiamo ipotizzando delle date del Summit in una provincia di loro competenza che, a fronte del nostro supporto, permetta di avere alle spalle l’intera macchina organizzativa del Security Summit, così da inglobare nell’evento una Assemblea Regionale e molto spesso la mia presenza.
Per questa ragione vi posso già anticipare una Assemblea Regionale della Lombardia a Milano, nella settimana del 12 Marzo ed una Assemblea regionale del Veneto a Verona, a Novembre. Maggiori dettagli, soprattutto circa le ulteriori regioni che sono ancora al vaglio, verranno comunicati in seguito.

Infine, l’altra grande novità, riguarda le modalità di iscrizione. Al termine di lunga concertazione del Consiglio Direttivo, del Segretario Generale, dei probiviri, con i Presidenti Regionali che si sono fatti parte attiva nella discussione e di un tavolo di lavoro che ha verificato tutti i requisiti con il MISE, vi annuncio che dal 2018 cambierà la procedura e la quota di iscrizione. Lo scopo, come già detto, è permettere di avvicinarsi all’Associazione al maggior numero di persone. Semplificare l’iscrizione e adeguare il costo al mercato di riferimento, nonostante gli enormi benefici che possiamo offrire rispetto ad altri, diventano leve indispensabili per raggiungere questo obiettivo. I meccanismi attuali, infatti sono il frutto di anni di lavoro ed esperienza, ma AIP sa sfruttare la propria esperienza senza impedirgli di ventare ostacolo al cambiamento, all’innovazione, all’adeguamento a nuove necessità e nuovi scenari.

Riceverete a breve la documentazione ufficiale, esaustiva e di dettaglio, ma mi permetto di riassumere qui le principali novità:

  • Semplificazione della procedura di iscrizione
    • Non sarà più necessario compilare l’intero questionario on-line sulle competenze, ma basterà una autocertificazione su modello da noi fornito, cartacea o on-line, valida ai fini del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000, poi validata dal Comitato Tecnico Scientifico e ratificata da CD.
  • La quota annuale per i Soci Simpatizzanti viene fissata in € 10
    • Questa modalità è pensata per chi professionista non è ancora, ma lo vuole diventare, usufruendo delle nostre competenze e della nostra affidabilità. Vogliamo essere vicini tanto ai più giovani che una carriera lavorativa devono ancora intraprendere, sia a chi vuole riclassificare la propria professionalità avvicinandosi solo oggi al nostro mondo
  • La quota annuale per i Soci Ordinari viene fissata in € 60
    • Tale quota è pensata per gli informatici professionisti e prevede il rilascio dell’Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale ai sensi della Legge 4/13 Art. 4; 7 e 8.
  • I soci onorari non devono pagare alcuna quota
  • Le coordinate bancarie rimangono le stesseIntestatario:   Associazione Informatici Professionisti
    Banca:   CARIPARMA-Credit Agricole
    Filiale:    PONTE SAN GIOVANNI – PERUGIA
    IBAN:     IT54W0623003002000063356294
    CIN:       W
    ABI:        06230
    CAB:       03002
    C/C:        00063356294
    Causale  Cognome-Nome-NrSocio-Quota 2018

Per chi avesse già regolarizzato la quota 2018, o volesse comunque usufruire dell’occasione e versare comunque gli “usuali” € 120, il versamento renderà l’iscrizione valida per 2 anni, fino al 31.12.2019.

Come vedete AIP-ITCS, Associazione Informatici Professionisti è, e continua ad essere sempre di più, un punto di riferimento per le Istituzioni, per il Mercato, per il Settore, per i Professionisti. Queste sono le novità che è stato possibile annunciare ora, perché già finalizzate, ma molte altre sono all’orizzonte.
Ho accettato timoroso la carica di Presidente, ma oggi sono confortato da questi primi risultati: mi sento meno “inadeguato” grazie al vostro impegno, al vostro supporto e non vi nascondo anche del vostro affetto, di cui sono onorato e vi ringrazio. Abbiamo ancora molto da fare, per noi, per la nostra Professione, per la nostra Associazione, per le imprese che supportiamo con il nostro lavoro, di conseguenza per il Paese ed i Cittadini tutti.

Per raggiungere questi obiettivi è necessario l’impegno di tutti e sono certo che assieme, come abbiamo fatto fino ad ora, e come sapremo fare ancora meglio in futuro, affronteremo un 2018 impegnativo ma radioso, assieme, forti ed autorevoli.

Un Augurio a tutti per un meraviglioso 2018, che non vedo l’ora di affrontare assieme a voi!

 

Scarica in formato PDF

Pubblicato in News

AIP presente a Digital Innovation 2017

AIP presente a Digital Innovation 2017

AIP-ITCS conferma ancora una volta la sua presenza alla terza edizione di Digital Innovation dal titolo “Live Smart & Be Secure”. In occasione dell’evento si svolgerà anche il Congresso Regionale dell’Emilia-Romagna e saranno presenti i nostri associati Nicola Fabiano, Corrado Giustozzi, Giancarlo Montico e Francesco Casadei in qualità di relatori.
Al termine dell’evento, verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido 8 CPE (Continuing Professional Education) necessari per il mantenimento delle certificazioni professionali.

La registrazione è gratuita e può essere effettuata al seguente indirizzo https://www.digitalinnovation.sm/registrazione/

 

IoT e protezione dei dati personali fra Big Data, Blockchain e AIIoT e protezione dei dati personali fra Big Data, Blockchain e AI
L’Internet of Things è in continua evoluzione, tanto da poter essere qualificato come un ecosistema che consente lo sviluppo di diverse applicazioni (es. “smart”).  In questo ecosistema da qualche tempo si sta evolvendo anche la blockchain che è un database distribuito, una sorta di libro mastro (ledger) al quale vengono applicate misure di sicurezza sempre […]

 

Data Protection e dispositivi biomedicali, gli impegni previsti dal Regolamento UE 2016/679Data Protection e dispositivi biomedicali, gli impegni previsti dal Regolamento UE 2016/679
Quando si parla di protezione dei dati personali (data protection) si parla di come proteggere un patrimonio prezioso, le informazioni, anche quelle più delicate della persona, come ad esempio quelle che ne rivelano le condizioni di salute. E quando si parla di trattamento di tali dati si parla ormai quasi soltanto di trattamento automatizzato, cioè […]

 

Blockchain: the trust machineBlockchain: the trust machine
L’Economist, dedicandogli una copertina, ha definito la blockchain come la macchina della fiducia. La sua tecnologia che nasce per consente di condividere registri contabili e rendere sicuro e irreversibile ogni loro registrazione sta diventando la base per innumerevoli applicazioni in molti ambiti. Per comprendere fino in fondo l’utilizzo della blockchain e come questa tecnologia possa […]

 

Strategia di prevenzione alle minacce ciberneticheStrategia di prevenzione alle minacce cibernetiche
Oramai basta leggere le prime pagine dei quotidiani “mainstream” per rendersi conto che la società contemporanea, basata sulla digitalizzazione dell’informazione e sull’utilizzo pervasivo delle tecnologie ICT, sta affrontando una minaccia senza precedenti: attacchi ed intrusioni ai sistemi informatici e telematici pubblici e privati, furti massivi di informazioni, estorsioni e ricatti perpetrati ai danni tanto di […]

 

Adottare un framework nazionale per la cybersecurity? Vantaggi e criticitàAdottare un framework nazionale per la cybersecurity? Vantaggi e criticità
Assistiamo ormai a un continuo aumento di attacchi cyber che diventano sempre più complessi e articolati. I cyber-criminali non attaccano soltanto banche e grandi multinazionali. Gran parte del loro fatturato è infatti realizzato attaccando decine di migliaia di medie, piccole e micro imprese completamente impreparate a affrontare efficacemente la minaccia. I criminali bloccano l’operatività di […]

 

Incident Response: un approccio “sine cura”Incident Response: un approccio “sine cura”
Al giorno d’oggi le reti ed i sistemi informatici svolgono un ruolo vitale nella società. Naturalmente è essenziale che gli stessi funzionino in maniera affidabile e sicura. Tutto questo ci conduce, però, ad un paradosso: I sistemi e le reti sono progettati per essere interconnessi; Nessun sistema sarà mai sicuro al 100%; È inevitabile, quindi […]

 

Un convegno a Roma per discutere, in maniera strategica e propositiva, del Cyber Risk

logo confassociazioni

“I dati dell’undicesima edizione del Rapporto CLUSIT 2017 sulla sicurezza ICT in Italia indicano che il 2016 è stato l’anno peggiore sull’evoluzione delle minacce cyber e del loro relativo impatto sulle persone. Dalla necessità di individuare i reali strumenti per affrontare e fronteggiare questo rischio è nata l’idea del convegno “Cyber Risk: tutti ne parlano, ma come si affronta davvero?” che CONFASSOCIAZIONI Digital in collaborazione con AIP (Associazione Informatici Professionisti) ha organizzato per il prossimo 23 giugno a Roma presso CONFINDUSTRIA (Viale dell’Astronomia, 30 – Sala G Piano 1 con inizio alle ore 9.30) durante il quale diversi esperti del settore si confronteranno per affrontare, mitigare e integrare la gestione del Cyber Risk nell’Enterprise Risk Management”. Lo ha dichiarato Andrea Violetti, Presidente di CONFASSOCIAZIONI Digital.

“I numeri parlano chiaro: 1.050 gli incidenti noti classificati come gravi, quindi con un alta incidenza di danno economico, reputazione e diffusione di dati sensibili – ha continuato Violetti, che è anche Past President AIP -. Cresce del 117% la guerra delle informazioni, mentre diventa a quattro cifre l’incremento degli attacchi compiuti con tecniche di phishing e social engineering (+1.166%). Il settore più colpito è la sanità (+102%), seguito dalla Distribuzione Moderna (+70%), dall’area finance e banche (+64%) e dalle infrastrutture critiche (+15%). Aumentano gli attacchi verso Europa e Asia mentre in termini assoluti a registrare il numero di attacchi più elevato degli ultimi 6 anni sono il cyber crime (+ 9,8%) e il cyber warfare (+117%). A registrare una lieve flessione verso il ribasso sono gli attacchi con finalità di cyber espionage (-8%) e cyber hacktivism (-23%)”.

“Viviamo nell’era 4.0 – ha aggiunto il presidente CONFASSOCIAZIONI, Angelo Deiana – dove velocità, rischio, incertezza sono dietro l’angolo. Ma dove ci sono anche tantissime opportunità. Dove prevale un nuovo stile di vita. Dove a vincere sono le persone che hanno la capacità di interconnettersi senza impoverirsi o guerreggiare, ma piuttosto arricchirsi di nuovi saperi. Un obiettivo questo che CONFASSOCIAZIONI, la rete delle reti, ha avuto chiaro fin dall’inizio e che manifesta ogni volta sia necessario come lo è il convegno del prossimo 23 giugno. Sviluppare le competenze, individuare i rischi, superarli piuttosto che sfuggirli e ampliare il più possibile la conoscenza sono i nostri driver. Perché è noto che il sapere, da qualsiasi prospettiva lo si guardi e lo si consideri, rende liberi ed efficienti.”

“Il tema della cyber security, nonostante i dati negativi espressi prima, anzi proprio grazie a tali numeri – ha proseguito il Past President AIP – è finalmente entrato nelle agende di manager pubblici e privati, politici e legislatori. Prova concreta di ciò le diverse azioni legislative e regolatorie tra cui: le nuove linee guida Agid sulle misure minime di sicurezza ICT per le pubbliche amministrazioni e sui profili di competenza dell’area digital; la Direttiva UE 2016/1148 recante misure comuni di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione Europea; il nuovo Regolamento Europeo 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione dei dati e il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017 sugli indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionale. Un’attenzione, questa, nata dalla consapevolezza diffusa che la minaccia cyber è trasversale e che ogni serio approccio a questo rischio deve essere multidisciplinare, collaborativo e posizionato al più alto livello di governance”.

“Ulteriore dato certo è il fatto che la sicurezza di uno stato – ha concluso il Presidente CONFASSOCIAZIONI Digital, Andrea Violetti – è data non solo più dai confini fisici, ma anche da quelli virtuali e un’impresa dei nostri tempi decide se investire in un paese non solo se lo reputa sicuro e stabile da un punto di vista economico e politico, ma anche se sono sicuri i suoi sistemi informativi e i dati in esso contenuti. Da qui capire quale ruolo devono avere le professioni digital risulta la conditio sine qua non per andare avanti in sicurezza e produttività”.

Pubblicato in News

Convocazione Assemblea ordinaria di AIP-ITCS – 23 giugno 2017 – Roma

L’assemblea ordinaria dell’Associazione AIP-ITCS, si terrà in prima convocazione il giorno 22 Giugno 2017 alle ore 20:00 ed in seconda convocazione il giorno 23 Giugno 2017 alle ore 14:30 presso

CONFINDUSTRIA
Viale dell’Astronomia, 30 – Sala G Piano 1, 00144 Roma

Segreteria Organizzativa Franco Corsetti info@francocorsetti.it, segreteria@aipnet.it

Durante l’assemblea si discuteranno e delibereranno i seguenti punti all’ordine del giorno :

  • Relazione del Past President Andrea Violetti
  • Approvazione Bilancio 2016 (a disposizione presso la sede dell’associazione)
  • Relazione del Presidente Alessio Pennasilico
  • Discussione con gli associati sulle strategie future dell’associazione

Potranno intervenire all’assemblea tutti gli associati in regola con il pagamento delle quote associative e
regolarmente iscritti nell’elenco soci. Per questioni organizzative al fine di poter effettuare celermente i
controlli e le verifiche delle iscrizioni, si consiglia di anticipare l’arrivo in assemblea registrandosi presso il
banco accettazione.

Chi è impossibilitato a partecipare può delegare un collega inviando per posta, posta elettronica (segreteria@aipnet.it ) o via fax 0623310961, la delega allegata nel documento di convocazione.

La chiusura dei lavori è prevista alle 17:30.

Allegato:  ConvocazioneAssembleaAIP2017 e delega

Pubblicato in News

AIP-ITCS presente al Security Summit di Milano dal 14 al 16 marzo 2017

Security Summit 2017 – 14-16 marzo 2017 – Milano – Atahotel Expo Fiera

AIP-ITCS e ANRA presentano “Uno, nessuno, centomila. Cosa è davvero il Cyber Risk?”
15 Marzo, ore 17.15 – Sala Asia A

Il 2016 è stato l’anno peggiore di sempre in termini di evoluzione delle minacce “cyber” e del loro relativo impatto. Il dato emerge dal Rapporto Clusit 2017. Tuttavia, si presenta sempre più ampio il divario tra la percezione dei rischi e la realtà e siamo ancora lontani da un sistema di gestione efficace dei rischi a livello globale: pur a fronte del crescente e concreto interesse delle Istituzioni e delle aziende – dove il Cyber Risk viene ormai quasi sempre incasellato nel framework corporate di Enterprise Risk Management – le difficoltà di gestione sono concrete.

E’ infatti sempre più necessario un approccio univoco, che integri diverse competenze e visioni.

AIP-ITCS e ANRA si propongono di definire innanzi tutto il rischio cyber nel seminario “Uno, nessuno, centomila. Cosa è davvero il Cyber Risk?”, in programma il 15 marzo alle 17.15: professionisti che occupano ruoli molto diversi tra loro – Alessio Pennasilico, Presidente di AIP-ITCS, Alessandro De Felice, Presidente ANRA e Stefano Mele, Avvocato, Istituto Italiano di Studi Strategici “Niccolò Machiavelli”- si confrontano con il pubblico, cercando di comprendere come valorizzare tali differenze.

Tutto questo nel contesto di Security Summit 2017, la nona edizione del convegno annuale Clusit e Astrea – Agenzia di Comunicazione e Marketing, specializzata nell’organizzazione di eventi b2b – che si propone di analizzare lo stato dell’arte della cybersecurity e di delineare in maniera indipendente le prospettive per i mesi a venire, con l’obiettivo di creare una vera e propria cultura sui temi della sicurezza delle informazioni, delle reti e delle infrastrutture informatiche.
La partecipazione a Security Summit 2017 è gratuita, previa registrazione al sito www.securitysummit.it.
La partecipazione a Security Summit 2017 consente di acquisire crediti CPE (Continuing Professional Education) validi per il mantenimento delle certificazioni CISSP, CSSP, CISA, CISM o analoghe richiedenti la formazione continua.
Security Summit ha il patrocinio della Commissione Europea e di ENISA, l’Agenzia dell’Unione
Europea per la sicurezza delle informazione e della rete.

20170306_CS_SecuritySummitMi_ANRA_AIP

Pubblicato in News

Alessio Pennasilico nuovo presidente di AIP-Associazione Informatici Professionisti

L’esperto di sicurezza informatica veneto è stato eletto Presidente lo scorso 28 Gennaio a Roma in occasione del Consiglio Direttivo Nazionale, succede all’umbro Andrea Violetti già Presidente di Confassociazioni Digital.

Dopo 18 anni di intenso lavoro Andrea Violetti lascia la Presidenza di AIP-ITCS, gli succede Alessio Pennasilico a cui vanno i migliori auguri dello storico Presidente. L’ultimo obiettivo di Violetti era l’adeguamento del proprio Statuto alle recenti normative, un lavoro con cui termina un lungo percorso di accreditamento e riconoscimento di AIP-ITCS, l’ultimo atto formale di un processo di crescita reputazionale che ha coinvolto l’associazione negli ultimi anni. Tante le attività svolte, tra le più recenti, la redazione della norma UNI11506 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenze di figure professionali operanti nel ICT, presto Europea; la promulgazione della Legge 4/13 sulle disposizioni in materia di professioni non organizzate; il riconoscimento di AIP-ITCS presso il Ministero dello Sviluppo Economico oltre a quello già ottenuto da parte del Ministero della Giustizia. “Ora -dichiara Violetti- esiste un framework normativo cogente e volontario per iniziare a “produrre” professionals nel settore digital, sembra che ne manchino circa un milione in Europa.”
“Assumere la Presidenza di un’associazione –dichiara Pennasilico- è sempre una grande responsabilità, soprattutto se importante, riconosciuta, con una lunga tradizione alle spalle, una reputazione invidiabile, associati eccellenti nel loro campo e soprattutto una Presidenza che negli ultimi vent’anni ha lavorato sodo ed ottenuto risultati che alcuni giudicavano irraggiungibili. Gli strumenti per fare bene li abbiamo, -continua Pennasilico- il nostro entusiasmo, la nostra passione, la nostra competenza.”

Ufficio Stampa AIP-ITCS
segreteria@aipnet.it

Pubblicato in News

Osservatorio nazionale sul Regolamento Europeo sulla data protection

APIHM, l’associazione che riunisce coloro che nel sistema sanitario si occupano di gestione delle informazioni ha attivato assieme con il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa e il Master in Management delle Aziende Sanitarie l'”Osservatorio Nazionale sul Regolamento Europeo sulla Data Protection”.

L’Osservatorio è il primo strumento in assoluto che si propone come fine l’autovalutazione della maturità di approccio delle singole organizzazioni alle misure previste dal Regolamento Europeo per la protezione dei dati n.2016/679 avrà sull’organizzazione delle imprese, sia private che pubbliche e la compilazione del relativo questionario ha per scopo la raccolta dei dati per valutarne l’impatto.

Si può partecipare all’iniziativa compilando online il questionario disponibile accedendo al sito web di APIHM, www.apihm.it o all’apposito link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfz-pTomBImse3Y785jTRYnW75SL4NYP-A-MVfvzjqbCjvh2g/viewform?c=0&w=1

(http://www.apihm.it/index.php/archivio/apihm-news/255-osservatorio-nazionale-sul-regolamento-europeo-sulla-data-protection)

La compilazione del questionario richiede al massimo circa 10/15 minuti; al termine dell’indagine a tutte le aziende interessate saranno forniti i risultati aggregati della ricerca.

I dati raccolti saranno elaborati in modalità informatica e utilizzati ad uso esclusivo dell’attività di ricerca e per farne una riflessione pubblica sulla tematica affrontata e sul suo risultato.

Le risposte al questionario resteranno anonime e dopo la rilevazione renderà impossibile risalire all’identità del singolo soggetto compilatore.

Nel ringraziarvi in anticipo della certa collaborazione e dell’importanza del supporto di tutti voi per il raggiungimento degli obiettivi e degli interessi che ci sono comuni, un cordiale saluto.

il Presidente APIHM

Il Presidente AIP-ITCS

Pubblicato in News

Fondi UE ai professionisti, stop all’esclusione dei bandi regionali

logo confassociazioni

Dopo la circolare dell’Agenzia per la Coesione Territoriale che dichiara illegittima l’esclusione dei liberi professionisti, Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione sollecitano le Regioni inadempienti: eliminare le restrizioni per i lavoratori autonomi

Roma, 15 ottobre 2015 – “Stop alle discriminazioni contro i liberi professionisti: mai più paletti nei bandi regionali per l’accesso ai fondi strutturali europei». Così Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione commentano la circolare del 10 ottobre scorso dell’Agenzia per la Coesione Territoriale che stabilisce in maniera inequivocabile che non sono ammissibili discriminazioni di alcun tipo. Secondo l’Agenzia infatti è da ritenersi «illegittima l’esclusione, comunque perseguita, dei liberi professionisti dalle misure di accesso ai Fondi SIE così come qualsiasi vincolo e/o condizione che abbia l’effetto di limitare, inibire, ostacolare la libera partecipazione ai relativi bandi/procedure di selezione».

In una nota congiunta, Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione, sottolineano che «a distanza di quasi un anno dal varo della legge di Stabilità 2015, che ha recepito il regolamento Ue che consente anche ai professionisti di accedere ai fondi strutturali, i bandi di alcune regioni stabiliscono ancora rigidi paletti alla partecipazione dei soli professionisti (ma non delle imprese), determinando l’inclusione o l’esclusione degli stessi non sulla base della qualità dei progetti presentati ma della mera iscrizione a una associazione professionale e del possesso di una attestazione rilasciata dalla medesima associazione. L’intervento dell’Agenzia per la Coesione territoriale supera finalmente queste restrizioni, garantendo l’accesso ai fondi strutturali e di investimento europei (SIE) da parte dei lavoratori autonomi».

«Tutto ciò rappresenta una piccola rivoluzione copernicana per tutti i professionisti italiani, che potranno liberamente concorrere alla valorizzazione delle opportunità legate agli investimenti, all’accesso al credito, alla formazione, all’innovazione, allo sviluppo» – conclude la nota congiunta delle organizzazioni di rappresentanza del lavoro autonomo. «Tocca ora alle pubbliche amministrazioni locali e nazionali elaborare ed emanare i bandi per valorizzare la qualità dei progetti piuttosto che costruire infelici preclusioni di natura soggettiva».

Fonte: Ufficio Stampa – Confassociazioni

Pubblicato in News