Sei qui: Home » Articolo inserito da rosario.carrisi

Un convegno a Roma per discutere, in maniera strategica e propositiva, del Cyber Risk

logo confassociazioni

“I dati dell’undicesima edizione del Rapporto CLUSIT 2017 sulla sicurezza ICT in Italia indicano che il 2016 è stato l’anno peggiore sull’evoluzione delle minacce cyber e del loro relativo impatto sulle persone. Dalla necessità di individuare i reali strumenti per affrontare e fronteggiare questo rischio è nata l’idea del convegno “Cyber Risk: tutti ne parlano, ma come si affronta davvero?” che CONFASSOCIAZIONI Digital in collaborazione con AIP (Associazione Informatici Professionisti) ha organizzato per il prossimo 23 giugno a Roma presso CONFINDUSTRIA (Viale dell’Astronomia, 30 – Sala G Piano 1 con inizio alle ore 9.30) durante il quale diversi esperti del settore si confronteranno per affrontare, mitigare e integrare la gestione del Cyber Risk nell’Enterprise Risk Management”. Lo ha dichiarato Andrea Violetti, Presidente di CONFASSOCIAZIONI Digital.

“I numeri parlano chiaro: 1.050 gli incidenti noti classificati come gravi, quindi con un alta incidenza di danno economico, reputazione e diffusione di dati sensibili – ha continuato Violetti, che è anche Past President AIP -. Cresce del 117% la guerra delle informazioni, mentre diventa a quattro cifre l’incremento degli attacchi compiuti con tecniche di phishing e social engineering (+1.166%). Il settore più colpito è la sanità (+102%), seguito dalla Distribuzione Moderna (+70%), dall’area finance e banche (+64%) e dalle infrastrutture critiche (+15%). Aumentano gli attacchi verso Europa e Asia mentre in termini assoluti a registrare il numero di attacchi più elevato degli ultimi 6 anni sono il cyber crime (+ 9,8%) e il cyber warfare (+117%). A registrare una lieve flessione verso il ribasso sono gli attacchi con finalità di cyber espionage (-8%) e cyber hacktivism (-23%)”.

“Viviamo nell’era 4.0 – ha aggiunto il presidente CONFASSOCIAZIONI, Angelo Deiana – dove velocità, rischio, incertezza sono dietro l’angolo. Ma dove ci sono anche tantissime opportunità. Dove prevale un nuovo stile di vita. Dove a vincere sono le persone che hanno la capacità di interconnettersi senza impoverirsi o guerreggiare, ma piuttosto arricchirsi di nuovi saperi. Un obiettivo questo che CONFASSOCIAZIONI, la rete delle reti, ha avuto chiaro fin dall’inizio e che manifesta ogni volta sia necessario come lo è il convegno del prossimo 23 giugno. Sviluppare le competenze, individuare i rischi, superarli piuttosto che sfuggirli e ampliare il più possibile la conoscenza sono i nostri driver. Perché è noto che il sapere, da qualsiasi prospettiva lo si guardi e lo si consideri, rende liberi ed efficienti.”

“Il tema della cyber security, nonostante i dati negativi espressi prima, anzi proprio grazie a tali numeri – ha proseguito il Past President AIP – è finalmente entrato nelle agende di manager pubblici e privati, politici e legislatori. Prova concreta di ciò le diverse azioni legislative e regolatorie tra cui: le nuove linee guida Agid sulle misure minime di sicurezza ICT per le pubbliche amministrazioni e sui profili di competenza dell’area digital; la Direttiva UE 2016/1148 recante misure comuni di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione Europea; il nuovo Regolamento Europeo 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione dei dati e il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 febbraio 2017 sugli indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionale. Un’attenzione, questa, nata dalla consapevolezza diffusa che la minaccia cyber è trasversale e che ogni serio approccio a questo rischio deve essere multidisciplinare, collaborativo e posizionato al più alto livello di governance”.

“Ulteriore dato certo è il fatto che la sicurezza di uno stato – ha concluso il Presidente CONFASSOCIAZIONI Digital, Andrea Violetti – è data non solo più dai confini fisici, ma anche da quelli virtuali e un’impresa dei nostri tempi decide se investire in un paese non solo se lo reputa sicuro e stabile da un punto di vista economico e politico, ma anche se sono sicuri i suoi sistemi informativi e i dati in esso contenuti. Da qui capire quale ruolo devono avere le professioni digital risulta la conditio sine qua non per andare avanti in sicurezza e produttività”.

Pubblicato in News

Convocazione Assemblea ordinaria di AIP-ITCS – 23 giugno 2017 – Roma

L’assemblea ordinaria dell’Associazione AIP-ITCS, si terrà in prima convocazione il giorno 22 Giugno 2017 alle ore 20:00 ed in seconda convocazione il giorno 23 Giugno 2017 alle ore 14:30 presso

CONFINDUSTRIA
Viale dell’Astronomia, 30 – Sala G Piano 1, 00144 Roma

Segreteria Organizzativa Franco Corsetti info@francocorsetti.it, segreteria@aipnet.it

Durante l’assemblea si discuteranno e delibereranno i seguenti punti all’ordine del giorno :

  • Relazione del Past President Andrea Violetti
  • Approvazione Bilancio 2016 (a disposizione presso la sede dell’associazione)
  • Relazione del Presidente Alessio Pennasilico
  • Discussione con gli associati sulle strategie future dell’associazione

Potranno intervenire all’assemblea tutti gli associati in regola con il pagamento delle quote associative e
regolarmente iscritti nell’elenco soci. Per questioni organizzative al fine di poter effettuare celermente i
controlli e le verifiche delle iscrizioni, si consiglia di anticipare l’arrivo in assemblea registrandosi presso il
banco accettazione.

Chi è impossibilitato a partecipare può delegare un collega inviando per posta, posta elettronica (segreteria@aipnet.it ) o via fax 0623310961, la delega allegata nel documento di convocazione.

La chiusura dei lavori è prevista alle 17:30.

Allegato:  ConvocazioneAssembleaAIP2017 e delega

Pubblicato in News

AIP-ITCS presente al Security Summit di Milano dal 14 al 16 marzo 2017

Security Summit 2017 – 14-16 marzo 2017 – Milano – Atahotel Expo Fiera

AIP-ITCS e ANRA presentano “Uno, nessuno, centomila. Cosa è davvero il Cyber Risk?”
15 Marzo, ore 17.15 – Sala Asia A

Il 2016 è stato l’anno peggiore di sempre in termini di evoluzione delle minacce “cyber” e del loro relativo impatto. Il dato emerge dal Rapporto Clusit 2017. Tuttavia, si presenta sempre più ampio il divario tra la percezione dei rischi e la realtà e siamo ancora lontani da un sistema di gestione efficace dei rischi a livello globale: pur a fronte del crescente e concreto interesse delle Istituzioni e delle aziende – dove il Cyber Risk viene ormai quasi sempre incasellato nel framework corporate di Enterprise Risk Management – le difficoltà di gestione sono concrete.

E’ infatti sempre più necessario un approccio univoco, che integri diverse competenze e visioni.

AIP-ITCS e ANRA si propongono di definire innanzi tutto il rischio cyber nel seminario “Uno, nessuno, centomila. Cosa è davvero il Cyber Risk?”, in programma il 15 marzo alle 17.15: professionisti che occupano ruoli molto diversi tra loro – Alessio Pennasilico, Presidente di AIP-ITCS, Alessandro De Felice, Presidente ANRA e Stefano Mele, Avvocato, Istituto Italiano di Studi Strategici “Niccolò Machiavelli”- si confrontano con il pubblico, cercando di comprendere come valorizzare tali differenze.

Tutto questo nel contesto di Security Summit 2017, la nona edizione del convegno annuale Clusit e Astrea – Agenzia di Comunicazione e Marketing, specializzata nell’organizzazione di eventi b2b – che si propone di analizzare lo stato dell’arte della cybersecurity e di delineare in maniera indipendente le prospettive per i mesi a venire, con l’obiettivo di creare una vera e propria cultura sui temi della sicurezza delle informazioni, delle reti e delle infrastrutture informatiche.
La partecipazione a Security Summit 2017 è gratuita, previa registrazione al sito www.securitysummit.it.
La partecipazione a Security Summit 2017 consente di acquisire crediti CPE (Continuing Professional Education) validi per il mantenimento delle certificazioni CISSP, CSSP, CISA, CISM o analoghe richiedenti la formazione continua.
Security Summit ha il patrocinio della Commissione Europea e di ENISA, l’Agenzia dell’Unione
Europea per la sicurezza delle informazione e della rete.

20170306_CS_SecuritySummitMi_ANRA_AIP

Pubblicato in News

Alessio Pennasilico nuovo presidente di AIP-Associazione Informatici Professionisti

L’esperto di sicurezza informatica veneto è stato eletto Presidente lo scorso 28 Gennaio a Roma in occasione del Consiglio Direttivo Nazionale, succede all’umbro Andrea Violetti già Presidente di Confassociazioni Digital.

Dopo 18 anni di intenso lavoro Andrea Violetti lascia la Presidenza di AIP-ITCS, gli succede Alessio Pennasilico a cui vanno i migliori auguri dello storico Presidente. L’ultimo obiettivo di Violetti era l’adeguamento del proprio Statuto alle recenti normative, un lavoro con cui termina un lungo percorso di accreditamento e riconoscimento di AIP-ITCS, l’ultimo atto formale di un processo di crescita reputazionale che ha coinvolto l’associazione negli ultimi anni. Tante le attività svolte, tra le più recenti, la redazione della norma UNI11506 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenze di figure professionali operanti nel ICT, presto Europea; la promulgazione della Legge 4/13 sulle disposizioni in materia di professioni non organizzate; il riconoscimento di AIP-ITCS presso il Ministero dello Sviluppo Economico oltre a quello già ottenuto da parte del Ministero della Giustizia. “Ora -dichiara Violetti- esiste un framework normativo cogente e volontario per iniziare a “produrre” professionals nel settore digital, sembra che ne manchino circa un milione in Europa.”
“Assumere la Presidenza di un’associazione –dichiara Pennasilico- è sempre una grande responsabilità, soprattutto se importante, riconosciuta, con una lunga tradizione alle spalle, una reputazione invidiabile, associati eccellenti nel loro campo e soprattutto una Presidenza che negli ultimi vent’anni ha lavorato sodo ed ottenuto risultati che alcuni giudicavano irraggiungibili. Gli strumenti per fare bene li abbiamo, -continua Pennasilico- il nostro entusiasmo, la nostra passione, la nostra competenza.”

Ufficio Stampa AIP-ITCS
segreteria@aipnet.it

Pubblicato in News

Osservatorio nazionale sul Regolamento Europeo sulla data protection

APIHM, l’associazione che riunisce coloro che nel sistema sanitario si occupano di gestione delle informazioni ha attivato assieme con il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa e il Master in Management delle Aziende Sanitarie l'”Osservatorio Nazionale sul Regolamento Europeo sulla Data Protection”.

L’Osservatorio è il primo strumento in assoluto che si propone come fine l’autovalutazione della maturità di approccio delle singole organizzazioni alle misure previste dal Regolamento Europeo per la protezione dei dati n.2016/679 avrà sull’organizzazione delle imprese, sia private che pubbliche e la compilazione del relativo questionario ha per scopo la raccolta dei dati per valutarne l’impatto.

Si può partecipare all’iniziativa compilando online il questionario disponibile accedendo al sito web di APIHM, www.apihm.it o all’apposito link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfz-pTomBImse3Y785jTRYnW75SL4NYP-A-MVfvzjqbCjvh2g/viewform?c=0&w=1

(http://www.apihm.it/index.php/archivio/apihm-news/255-osservatorio-nazionale-sul-regolamento-europeo-sulla-data-protection)

La compilazione del questionario richiede al massimo circa 10/15 minuti; al termine dell’indagine a tutte le aziende interessate saranno forniti i risultati aggregati della ricerca.

I dati raccolti saranno elaborati in modalità informatica e utilizzati ad uso esclusivo dell’attività di ricerca e per farne una riflessione pubblica sulla tematica affrontata e sul suo risultato.

Le risposte al questionario resteranno anonime e dopo la rilevazione renderà impossibile risalire all’identità del singolo soggetto compilatore.

Nel ringraziarvi in anticipo della certa collaborazione e dell’importanza del supporto di tutti voi per il raggiungimento degli obiettivi e degli interessi che ci sono comuni, un cordiale saluto.

il Presidente APIHM

Il Presidente AIP-ITCS

Pubblicato in News

Fondi UE ai professionisti, stop all’esclusione dei bandi regionali

logo confassociazioni

Dopo la circolare dell’Agenzia per la Coesione Territoriale che dichiara illegittima l’esclusione dei liberi professionisti, Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione sollecitano le Regioni inadempienti: eliminare le restrizioni per i lavoratori autonomi

Roma, 15 ottobre 2015 – “Stop alle discriminazioni contro i liberi professionisti: mai più paletti nei bandi regionali per l’accesso ai fondi strutturali europei». Così Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione commentano la circolare del 10 ottobre scorso dell’Agenzia per la Coesione Territoriale che stabilisce in maniera inequivocabile che non sono ammissibili discriminazioni di alcun tipo. Secondo l’Agenzia infatti è da ritenersi «illegittima l’esclusione, comunque perseguita, dei liberi professionisti dalle misure di accesso ai Fondi SIE così come qualsiasi vincolo e/o condizione che abbia l’effetto di limitare, inibire, ostacolare la libera partecipazione ai relativi bandi/procedure di selezione».

In una nota congiunta, Confassociazioni, Confprofessioni, Acta e Alta Partecipazione, sottolineano che «a distanza di quasi un anno dal varo della legge di Stabilità 2015, che ha recepito il regolamento Ue che consente anche ai professionisti di accedere ai fondi strutturali, i bandi di alcune regioni stabiliscono ancora rigidi paletti alla partecipazione dei soli professionisti (ma non delle imprese), determinando l’inclusione o l’esclusione degli stessi non sulla base della qualità dei progetti presentati ma della mera iscrizione a una associazione professionale e del possesso di una attestazione rilasciata dalla medesima associazione. L’intervento dell’Agenzia per la Coesione territoriale supera finalmente queste restrizioni, garantendo l’accesso ai fondi strutturali e di investimento europei (SIE) da parte dei lavoratori autonomi».

«Tutto ciò rappresenta una piccola rivoluzione copernicana per tutti i professionisti italiani, che potranno liberamente concorrere alla valorizzazione delle opportunità legate agli investimenti, all’accesso al credito, alla formazione, all’innovazione, allo sviluppo» – conclude la nota congiunta delle organizzazioni di rappresentanza del lavoro autonomo. «Tocca ora alle pubbliche amministrazioni locali e nazionali elaborare ed emanare i bandi per valorizzare la qualità dei progetti piuttosto che costruire infelici preclusioni di natura soggettiva».

Fonte: Ufficio Stampa – Confassociazioni

Pubblicato in News

AIP a Smau ICT tra professionisti, community e tanti contenuti per informatici

smau-ict

L’Associazione Informatici Professionisti ti invita a Smau ICT, la nuova dimensione di Smau completamente dedicata ai professionisti informatici che debutta quest’anno a Smau Milano il 25, 26 e 27 Ottobre 2016.

Smau ICT è la nuova dimensione di Smau completamente dedicata a temi quali il networking, la security, il datacenter, la virtualizzazione, il cloud computing, lo storage, lo sviluppo software, la unified communication e molti altri temi centrali.

Oltre ai contenuti, Smau ICT darà priorità anche alla relazioni con un’area completamente dedicata alle community ICT nella quale saremo presenti assieme ad altre realtà.

L’area, in questo modo, sarà un punto di convergenza per i visitatori desiderosi di conoscere altri professionisti con i quali scambiare informazioni ed esperienze.

Clicca qui per approfondire i workshop, i laboratori e le altre community presenti su Smau ICT
(link a http://www.smau.it/milano16/pages/smau-ict/)

Clicca qui per iscriverti e partecipare a Smau
(link http://www.smau.it/milano16/partners/aip-associazione-informatici-professionisti/)

Pubblicato in News

Formazione all’Amatriciana – Milano 8 ottobre 2016

forum-amatrice

Associazione Informatici Professionisti partecipa nella persona del proprio Presidente Andrea Violetti al “Forum all’amatriciana, la nostra prima pietra per la ricostruzione dei preziosi borghi italiani distrutti dal sisma del 24 agosto scorso”.

Ripartenza nella resilienza. È questo il cuore pulsante del Forum all’Amatriciana, che si svolge il prossimo 8 ottobre a Milano, all’Hotel Glam, organizzato da Sergio Gaglianese, Vice Presidente con delega al Network Development di CONFASSOCIAZIONI. L’evento, patrocinato dalla Confederazione delle Associazioni Professionali, vede riuniti in questa giornata particolare, i migliori formatori ed esperti di marketing in Italia, con un obiettivo preciso: come riposizionarsi e ripartire dopo un evento tragico come il terremoto del 24 agosto scorso che ha distrutto quasi del tutto Amatrice e i paesi limitrofi.

Per accreditarsi alla giornata formativa del Forum all’Amatriciana è necessario inviare copia della contabile  (contributo minimo di 80 euro) all’indirizzo mail formazioneallamatriciana@gmail.com.

Tale contributo può essere versato su Postpay Evolution (Iban: IT 43 D 07601 05138 2926444 92651) oppure con ricarica della carta Postepay Evolution n° 5333 1710 2943 7882 (intestata a Rosaria Genovese, Tesoriera dell’evento).

Per tutti coloro che invece non possono partecipare alla giornata formativa a Milano, ma vogliono comunque dare un loro contributo economico (libero) gli estremi per il bonifico o la ricarica sono gli stessi.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.formazioneallamatriciana.it. Il ricavato sarà interamente devoluto al comune di Amatrice e l’estratto conto sarà visionabile on line sul medesimo sito.

Il testo della comunicazione agli associati “Aip_formazione-allamatriciana”

Pubblicato in News

AIP-ITCS presente al Security Summit di Verona il 5 ottobre 2016

logo_security_summit

Ultima tappa del 2016 del Security Summit:  a Verona il 5 ottobre al Crowne Plaza Verona Fiera.

Anche in questo evento la nostra associazione AIP-ITCS  sarà presente.

I lavori del Security Summit si apriranno con la presentazione dell’edizione aggiornata del Rapporto Clusit 2016 sulla sicurezza ICT in Italia, che comprende un’analisi dettagliata degli attacchi ed incidenti aggiornata al 30 giugno 2016 in Italia, in Europa e nel mondo.

A seguire, nel corso della giornata scaligera, le sessioni formative sui temi “forti” del momento: Cyber Crime, Cyber Intelligence, Sicurezza proattiva, Monitoraggio e gestione degli incidenti, Ransomware e altre forme di malware usate dalla criminalità organizzata, Internet of Things Security, Cloud Security, Mobile security.

Il programma dettagliato sarà on line nelle prossime settimane su

https://www.securitysummit.it/verona-2016

La partecipazione al Security Summit è gratuita ma è necessario pre-iscriversi sul sito.

Le iscrizioni saranno aperte il 9 settembre.

Tutte le sessioni danno diritto a crediti/ore CPE (Continuing Professional Education) validi per il mantenimento delle certificazioni professionali UNI 11506 o analoghe richiedenti la formazione continua.  L’Attestato di Partecipazione viene rilasciato solo a chi ha assistito all’intera sessione e risulta regolarmente registrato.

Pubblicato in News

Fare previdenza nell’era delle reti: le nuove sfide della welfare society

logo confassociazioni

7 luglio 2016 – Tempio di Adriano, Piazza di Pietra  – ROMA.

Annuale appuntamento di CONFASSOCIAZIONI voluto per organizzare un momento di approfondimento in cui raccontare una visione di medio-lungo periodo per le nostre organizzazioni e per il Paese. Focalizzata l’attenzione sul tema della previdenza nell’era delle reti, anche quest’anno la Conferenza ospita grandi personaggi della politica, delle Istituzioni, dell’economia tra cui
Cesare Damiano, Pier Paolo Baretta, Giovanna Melandri, Maurizio Sacconi, Paolo Messa, Giovanni Toti, Cosimo Maria Ferri, Francesco Boccia, Nicola Zingaretti e tanti altri ancora.

Link del programma provvisorio della manifestazione:
http://www.confassociazioni.eu/fare-previdenza-nellera-delle-reti-le-nuove-sfide-della-welfare-society/

Pubblicato in News